Vai al contenuto

📮Newsletter Archeologia Decifrata – Cnosso

0,00 

Breve guida archeologica sul palazzo di Cnosso

Focus sulla celebre Sala del Trono del palazzo minoico di Cnosso

La storia dello scopritore di Cnosso Sir Arthur Evans

Esperienza di viaggio con testo da leggere dentro la Sala del Trono

Guida di viaggio in formato digitale e sempre aggiornata: riduci il consumo di carta e l’impatto ambientale. Accedi alle informazioni necessarie senza guide cartacee, per sempre.

Esaurito

👑 La Sala del Trono del palazzo minoico di Cnosso

Le interpretazioni fantasiose e gli errori di un ricco inglese che acquistò Cnosso e scoprì, da solo e dal nulla, la civiltà minoica. 

 

 🍃 Leggi il testo completo 🍃 

 

Fin dall’antichità, Creta ha affascinato l’immaginazione umana con un velo di mistero tessuto dalle leggende e dai miti. Le narrazioni delle grotte sacre, legate alla nascita e all’infanzia di Zeus accudito dalla capra Amaltea, e il mito del re Minosse e del labirinto del Minotauro costruito da Dedalo nel palazzo di Cnosso, contribuiscono a conferire a questa terra un’aura di fascino e magia.

Sir Arthur Evans, con il suo pionieristico lavoro di scavo a Cnosso nel 1900, ha svolto un ruolo chiave nel rivelare al mondo una civiltà fino ad allora sconosciuta. Le sue scoperte sono permeate dall’ambizione e talvolta dall’immaginazione. Durante gli scavi, Evans, pur perseguendo un rigoroso metodo scientifico, si è talvolta abbandonato a interpretazioni. Un esempio è rappresentato dalla celebre Sala del Trono.

Evans interpretò erroneamente la sua funzione, in quanto non considerò che il palazzo ebbe almeno due fasi: quella minoica e quella micenea. Recentemente, gli archeologi hanno corretto tali errori, evidenziando le due fasi distinte della sala e le loro funzioni. Il fulcro di tutto ciò è una porta in legno che consentiva l’ingresso da ambienti retrostanti.

In questo testo esploreremo la funzione della sala del trono nella sua fase minoica e il motivo per cui si pensa che a capo di tutto vi fosse una sacerdotessa e non un sacerdote.

Coloro che rivendicavano il potere di comunicare con gli dèi erano considerati figure di grande autorità. A Creta, figure spirituali, probabilmente donne, si insediarono come leader spirituali. La Sala del Trono a Cnosso, con il suo imponente sedile in pietra, divenne un luogo sacro di incontro tra queste donne e il divino. Qui, l’élite spirituale interpretava i segni degli dèi, svolgeva riti propiziatori e dirigeva le pratiche rituali della comunità.

 

 🍃 Leggi il testo completo 🍃 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.