0 of 11 lessons complete (0%)
Exit Course
Guida di Viaggio Selinunte 🗒️

Una passeggiata introduttiva nell’antica Selinunte

Questa è una lezione in anteprima
Acquista questo corso o accedi se sei già iscritto per seguire questa lezione.

Il desiderio di visitare una città antica è spesso alimentato dalla curiosità di esplorare qualcosa che appartiene al passato e che ci connette a una realtà lontana. Ciò che ci spinge, nella maggior parte dei casi, è l’idea delle emozioni che proveremo una volta arrivati a destinazione, la suggestione che il luogo può donarci e la possibilità di allontanarci dalla nostra routine quotidiana per immergerci in un’esperienza nuova e unica.

Il Parco Archeologico di Selinunte esemplifica perfettamente questo tipo di “attrazione”, anche se gran parte della città, come puoi vedere, è stata sbriciolata da due violenti terremoti durante l’Alto Medioevo che hanno raso al suolo tutti gli edifici della città.

Ora, oltre all’aspetto emotivo, dovremmo anche cominciare a considerare il valore culturale che il patrimonio storico può offrirci in termini di benefici che noi visitatori ricaviamo dalla visita. Non si tratta semplicemente di fare una passeggiata veloce e superficiale. Esplorando le antiche rovine di Selinunte e conoscendo la storia di questa città, abbiamo l’opportunità di vivere un’esperienza significativa e di ottenere una prospettiva più ampia sulla cultura greca, sulla vita degli antichi coloni e di approfondire la nostra conoscenza sull’essere umano.

Il patrimonio culturale ci offre l’opportunità di riflettere sulle nostre radici, sulla nostra identità e sulla nostra connessione con il passato. Ciò che è sopravvissuto nel tempo ci racconta storie di popoli e civiltà che ci hanno preceduto, e ci permette di comprendere meglio il nostro presente. Attraverso questa consapevolezza smettiamo di essere semplici turisti e diventiamo cittadini. Ecco a cosa serve visitare un parco archeologico.

Con l’enfasi sulle “emozioni”, non sto suggerendo che visitare un luogo solo per provare emozioni sia sbagliato, ma vorrei che arrivasse un altro messaggio: il potenziale del patrimonio culturale è molto più elevato e può offrire emozioni autentiche e profonde se andiamo oltre l’estetica del luogo e ci concentriamo sul suo contenuto anziché limitarci a cercare un’emozione fugace.

Se lo facciamo, potremmo affermare che l’emozione è una naturale conseguenza dell’esperienza che viviamo: se l’esperienza è puramente estetica, finiremo inevitabilmente per cercare qualcosa che ci soddisfi solo superficialmente, come la ricerca di un angolo panoramico o un bel tempio da fotografare.

Tuttavia, se sei arrivato fin qui, significa che hai compreso che per vivere un viaggio significativo è altrettanto importante, oltre all’esperienza estetica, approfondire le motivazioni che hanno spinto la città a costruire quei monumenti. In questo caso, stiamo osservando i resti di un’antica colonia greca che ha impiegato molti secoli per assumere la sua forma attuale.

Ecco perché attraverso la Guida di Viaggio IterPopuli, accanto alle emozioni che il luogo inevitabilmente ti susciterà, ti parlerò anche di molte altre cose che ci aiuteranno a riflettere sull’importanza di questa antica colonia greca, che è stata alleata dei Cartaginesi e dei Segestani.

Selinunte rappresenta la colonia greca più occidentale della Sicilia e nel corso dei secoli ha subìto notevoli danni a causa di due violenti terremoti che hanno sconvolto l’area. Nonostante ciò, la monumentalità che si staglia su questo antichissimo paesaggio è ancora palpabile e il suo fascino antico continua ad emozionarci.

È importante che tu sappia che attualmente alcune aree del parco, come le necropoli e l’area dell’agorà, non sono accessibili. Tuttavia, non devi preoccuparti, poiché la tua esperienza sarà comunque indimenticabile.

Esplorando l’agorà, potrai apprezzare la vitalità che caratterizzava la grande piazza, con le sue botteghe, i commercianti e gli artigiani. Questo aspetto è fondamentale per ottenere una visione completa della città di Selinunte.

Al fine di arricchire ulteriormente la tua esperienza durante la visita, l’Itinerario di Viaggio IterPopuli sarà organizzato in modo da creare dialoghi tra i monumenti e gli eventi storici, al fine di costruire una linea del tempo che coinvolga tutti i monumenti presenti nel parco. Questo ti garantirà la comprensione completa della città di Selinunte e una visita indimenticabile.

Inoltre, nel Museo Baglio Florio sulla Collina Orientale sono esposti numerosi manufatti recuperati dagli scavi archeologici. Durante il nostro Itinerario di Viaggio, avrai l’opportunità di esplorare alcuni di questi manufatti in modo speciale. Tra di essi, c’è un magnifico flauto in osso e un frammento ceramico proveniente direttamente da un tempietto dell’Acropoli.

Insieme scopriremo il motivo per cui il Tempio C sull’Acropoli presenta due stili distinti di colonne: da un lato, colonne monolitiche, e dall’altro, colonne costituite da rocchi sovrapposti.

Ma passiamo al parco.

Il Parco Archeologico di Selinunte è diviso in tre aree: Collina Orientale, Acropoli e Contrada Gaggera.

La collina orientale, che è la prima area che visiterai, ospita i primi tre templi e il Museo Baglio Florio.

Per quanto riguarda il museo, desidero sottolineare che potrai visitarlo in qualsiasi momento, ma il mio consiglio è di farlo alla fine della nostra passeggiata archeologica.

In questo modo, avrai avuto l’opportunità di osservare i luoghi da cui provengono i materiali esposti oggi nel museo, rendendo l’esperienza ancora più significativa.

La seconda area è l’Acropoli, dove potrai osservare monumenti di grande importanza storico-archeologica, come il Santuario Urbano con i suoi templi, la Casa del Viaggiatore, un edificio antichissimo ancora in uso, le abitazioni di epoca greca e punica e le aree delle officine artigianali e metallurgiche.

Infine, nell’area situata in Contrada Gàggera, troverai uno dei santuari extraurbani più importanti dell’antichità, dove ci aspetta Demetra Malophoros, Zeus Meilichios con i loro riti di purificazione.

La Guida di Viaggio IterPopuli è lo strumento più completo per esplorare Selinunte. Questa guida non solo ti fornisce la storia di Selinunte, ma ti guida anche alla scoperta di altri luoghi affascinanti che hanno avuto relazioni importanti con essa, come Segesta.

Tra le varie destinazioni proposte dalla guida, il magnifico Tempio di Segesta è un luogo imperdibile. Situato in una posizione panoramica, il tempio rappresenta un’imponente testimonianza dell’antica civiltà greca in un territorio abitato da una popolazione indigena.

Oltre a Segesta, un’altra straordinaria realtà che la guida ti invita a visitare sono le Cave di Cusa.

Queste cave sono un autentico esempio di genialità e abilità tecnica, dove semplici blocchi di pietra sono stati trasformati in monumenti giganteschi. Camminando tra i resti delle cave, potrai ammirare i segni lasciati dagli antichi operai e immergerti in un’atmosfera unica.

Selinunte stessa ti offrirà un’esperienza indimenticabile all’interno del suo Parco Archeologico. Potrai esplorare le rovine dei templi antichi, passeggiare lungo le antiche strade e immaginare come fosse la vita in questa ricca città greca.

La guida ti fornirà informazioni dettagliate e curiosità che ti aiuteranno a comprendere e apprezzare la storia e l’importanza di Selinunte.

Partiamo!

Logo IterPopuli

    Ti è piaciuto quello che hai letto?

    Se hai voglia, inviaci suggerimenti su come migliorare questo contenuto utilizzando la casella di testo.

    error: Contenuto protetto.