Vai al contenuto
Home » 🗺 Itinerario Ortigia e Mappe

🗺 Itinerario Ortigia e Mappe

Spread the love

🕒 Tempo di lettura: 3′

L’isola di Ortigia 

ORTIGIA (SIRACUSA): TOUR CULTURALE 
🏛️Passeggiata alla scoperta dei 3 monumenti più antichi di Ortigia: il tempio di Apollo, il tempio di Atena (duomo di SIracusa) e la Fonte Aretusa.
Fonte Aretusa Ortigia
Tempio di Apollo Ortigia

Nell’isola di Ortigia, che è poco più grande di un chilometro quadrato, troverai una varietà di monumenti storici e artistici. Passeggiare tra le sue stradine sarà un’esperienza indimenticabile. Ti trovi su un’isola antichissima, abitata già prima dell’arrivo del fondatore greco Archìa. 

Gli archeologi hanno scoperto numerosi reperti preistorici nella zona della fonte Aretusa che testimoniano la presenza umana fin dai tempi più remoti. 

Durante l’epoca greca, Ortigia era il cuore politico e religioso della città. Questo è evidente dalla presenza di importanti templi dedicati alle divinità come Artemide, Atena e Apollo.

I templi nelle città greche non solo fornivano un luogo per il culto religioso, ma erano anche simboli del potere e del prestigio. 

I primi due templi si trovavano lungo l’attuale via Minerva.  

I resti del tempio di Artemide, costruito intorno al 650-600 a.C. in stile ionico, sono ancora visibili sotto il moderno palazzo del Senato, accanto al duomo.

🗺 le mappe e l'itinerario
Palazzo del Senato, Ortigia


🗺 le mappe e l'itinerario

Il tempio di Atena, o Minerva, si ergeva dove ora si trova il Duomo di Siracusa. Questo edificio è un capolavoro architettonico, una fusione unica di stili.

Originariamente di stile dorico, conserva ancora tracce della sua maestosità greca nonostante la sua veste barocca.  

Durante l’epoca romana, fu depredato delle sue ricchezze dal governatore Verre (vedi sezione Processo a Verre).

Nel VII secolo d.C., fu trasformato in una basilica cristiana e successivamente danneggiato da due terremoti.  

Fu poi restaurato nel Settecento, assumendo l’aspetto barocco che vedi oggi. 

Il tempio di Apollo risale al VI secolo a.C., e si trova poco distante dalla piazza del Duomo.

Al centro di Largo XXV Luglio, si possono ancora osservare i resti.

Il tempio di Apollo rappresenta il più antico tempio con colonnato monolitico e un esempio di architettura greca della Magna Grecia giunto fino ai nostri giorni.  

Quelle due colonne superstiti, insieme all’iscrizione greca, (vedi sezione La singolare iscrizione del tempio) ci permettono di comprendere appieno cosa questo edificio rappresentasse per i cittadini di Siracusa.

Osservando le due colonne in fondo e l’iscrizione greca incisa nello scalino del tempio, analizzeremo il concetto di memoria eterna.

🗺 le mappe e l'itinerario

💧 FONTE ARETUSA 

Verso il mare, sul lungomare di Ortigia, c’è poi la fonte Aretusa. 

🗺 Itinerario Ortigia e Mappe

Il mito greco di Aretusa rivive ancora oggi sull’isola di Ortigia grazie alla Fonte Aretusa, uno specchio di acqua che sfocia nel Porto Grande di Siracusa. 

🗺 Itinerario Ortigia e Mappe

La storia della ninfa Aretusa è legata al cacciatore Alfeo: i due furono trasformati rispettivamente in fonte e fiume per amore – vedremo che tipo di amore (vedi sezione Fonte Aretusa)!

Oltre la storia del mito, c’è un altro aspetto che dobbiamo tenere in considerazione: la realtà che si presenta a noi è ben diversa dalle aspettative create dalla leggenda. Nel corso dei secoli, la Fonte Aretusa ha conosciuto molte trasformazioni.  

Per esempio, nel Seicento, era diventata una piscina utilizzata dalle donne siracusane per lavare i panni, mentre nell’Ottocento un viaggiatore del Grand Tour francese la descriveva come una passeggiata senza particolari attrattive.  

La Fonte Aretusa rappresenta l’incontro tra il mito e il realismo, tra l’immaginario collettivo e la realtà. Rappresenta un ponte tra passato e presente, tra leggenda e vita quotidiana, e continua a ispirare poeti, artisti e studiosi di ogni epoca. 

VOGLIO LA GUIDA✈️

separatore creativo

Logo IterPopuli